lunedì 15 giugno 2015



PERCY JACKSON E GLI DEI DELL'OLIMPO - IL MARE DEI MOSTRI

ECCOMI DI NUOVO CON VOI con la recensione del secondo volume di Percy Jackson.



TRAMA 

il nostro caro Percy è uscito indenne dalla prima missione ma mica adesso può riposarsi tranquillamente. Il suo amico Grover è prigioniero di un orrendo mostro , il campo mezzosangue è in pericolo e il Vello d'oro è sparito. Il nostro Percy ritroverà un fratello perduto e dovrà intraprendere un lungo e affascinante viaggio.

PERSONAGGI 
I personaggi sono quelli che abbiamo incontrato nel capitolo precedente e devo dire che qui Annabelle mi è piaciuta di più ; al inizio l'ho trovata molto snob, spocchiosa, con la puzza sotto il naso mentre adesso si sta aprendo e si sta fidando di Percy , sta abbattendo quel muro di pregiudizi che aveva eretto per il fatto che il padre di Percy, Nettuno e la madre di Annabelle , Atena, hanno avuto delle divergenze in passato e che  a suo dire sono insormontabili e irrisolvibili : proprio per questa faida tra i genitori loro non posso diventare amici.
Qui però vediamo il lato più umano di Annabelle e questo ci piace.

CONSIDERAZIONI 

Rispetto al primo mi è piaciuto meno, alcune parti non mi sono piaciute , secondo me sono state abbastanza banali e poco significative ai fini della narrazione. Mi sarei aspettato lo stesso tono del primo , invece no , ma comunque rimane lo stesso un bel libro.
Percy qui matura e cresce e questo è positivo in quanto sono stufo di vedere personaggi che si fossilizzano sempre su determinate caratteristiche e li rimangono , anzi , a volte peggiorano anche.
Non vedo l'ora di continuare questa emozionante saga.

VOTO 



LA SUFFICIENZA MERITATA COMUNQUE..

ALLA PROSSIMA 

Nessun commento:

Posta un commento