mercoledì 27 gennaio 2016



MALEFICIO - MA UN PO' DI ORIGINALITÀ' ? 

Ciao a tutti oggi sono qui per farvi una nuova recensione di un libro che ho finito da poco tempo e sto parlando di "MALEFICIO" di Rachel Hawking. Questa è stata la seconda lettura deludente di quest'anno. 


 Questo libro dovrebbe essere un libro fantasy ma la parte fantasy viene trascurata per dare spazio alla parte young adult e questa cosa sinceramente non mi piace ; non dico che la parte Y.A non ci deve assolutamente essere ma non deve essere predominante. Il libro sostanzialmente parla di una ragazza Sophie che vive con la madre e un padre assente  e ovviamente è una strega , inconsapevole della sua forza dei suoi poteri infatti non è in grado di fare le cose più elementari. Un giorno mostra i suoi poteri ad una sua amica e alla fine viene spedita in questo riformatorio per persone magiche infatti in questa scuola , la Hecate , troviamo , maghi , streghe, fate e anche dei vampiri che non sono ben visti. Qui succederanno una serie di cose a random : uccisioni strane , l'amicizia profonda con la vampira Jenna , l'innamoramento per Archer , il figo della scuola che tutte voglio tranne Jenna che è lesbica ma su tutto questo incombe una minaccia : l'Occhio di Dio , una specie di setta che uccide i Prodigium, ovvero loro con una facilità quasi imbarazzante. Se questi non hanno poteri come fanno ad uccidere facilmente degli esseri con dei poteri? Questa cosa ha poco senso.Al massimo poteva essere un elitè di maghi che vuole , che ne so , prendere il potere ma almeno erano anch'esse delle creature e si combatteva ad armi pari. 
Le vicende si susseguono a random, senza il minimo approfondimento e senza che nessuno si prenda la briga d'indagare su quei fatti perché come ho detto prima bisogna dare spazio alle seghe mentali della protagonista , a questo avvicinamento ad Archer , figo che sta con la bella della scuola ( Barbie e Ken style), l'innamoramento tra i due che avviene dopo che i due sono stati puniti per una cosa alquanto scema, ma che serviva solo per far pomiciare i due e a questo imminente ballo.
I protagonisti secondari sono solo a far contorno , non hanno una personalità propria inoltre è stato aggiunto un personaggio che a mio parere se non c'era non si notava la differenza : Lord Byron , fantasma insegnate della scuola che poteva essere approfondito o dargli un aria grottesca invece no. Il colpo di scena finale è un qualcosa di già visto o meglio che io ho visto nel libro "LE STREGHE DI ASTOR HIGH" chi ha letto il libro sa di cosa parlo. 
Libro poco originale , prevedibile, con un colpo di scena che risolleva il tutto ma alla fine se non è zuppa è pan bagnato. 
Continuerò la serie ? Direi di no proprio per la poca originalità della storia. 
Nonostante questo è stata una lettura piacevole, si legge in poco tempo , i capitolo , poi , non sono lunghissimi ; ve la consiglio 

VOTO 



Nessun commento:

Posta un commento