mercoledì 1 aprile 2015



SHADOWHUNTERS -CITTA' DI OSSA

BUON POMERIGGIO a tutti voi.. come state bene? Io oggi ho girato il mio video sul Wrap up del mese di Marzo se vi interessa vi lascio qui il link( Wrap up di marzo) bene oggi voglio recensirvi un libro che ho appena finito di leggere e che ho incluso , appunto, nelle letture di questo mese.
Si tratta di Shadowhunters- città di ossa.
Precedentemente ho letto la saga le origini che comprendeva : L'Angelo , il Principe e la Principessa e ne ho parlato ampiamente su questo blog .

TRAMA

Clarissa è una ragazza come tutte le altre. Una sera è in discoteca con il suo migliore amico Simon e vede un qualcosa che non avrebbe dovuto vedere ovvero dei Cacciatori in azione. Com'è possibile che una "mondana" riesca a vedere il Mondo Invisibile? Da li la vita della nostra Clary cambia radicalmente.   colpi di scena , azione e scottanti rivelazioni sono gli ingredienti di questo bellissimo romanzo.


PERSONAGGI

I personaggi sono molto ben costruiti per essere comunque il primo libro di una trilogia. Mi è capitato di leggere i primi libri di quella che poi sarà una trilogia ma anche quadrilogia ecc. dove i personaggi sono solamente "abbozzati" ovvero non vengono approfonditi a pieno. Qui invece la costruzione dei personaggi mi è piaciuta parecchio.
Clary è la protagonista che , in principio, non mi sta simpatica poi man mano acquista punti, cosa che vale al contrario per il personaggio di Jace , parte bene ma poi cala sul finale. Oltre a loro ci sono anche Simon, il classico ragazzo della porta accanto , impantanato nella friend zone poi troviamo Houge il quale nasconde molti segreti , l'indovina Dorothea anche lei chiave della vicenda.
E poi c'è Valentine che mi ha ricordato molto Lord Voldemort per certi aspetti solo che l'autrice doveva calcare un pochino la mano.

AMBIENTAZIONI

Le ambientazioni sono quelle dei giorni nostri mentre in "le origini" l'ambiente era quello vittoriano.

CONSIDERAZIONI

Per certi aspetti mi ha ricordato molto Harry Potter per esempio i mondani che in HP sono i babbani ; se in harry potter erano visti con curiosità dal mondo magico infatti c'era anche una materia che gli studiava , babbanologia , qui vengono considerati come esseri inferiori (almeno è quello che ho percepito) .
L'Istituto mi ha ricordato molto Hogwarts solo che c'è una differenza, L'Istituto è anche un luogo di rifugio per gli altri Shadowhunters quindi funge si da scuola ma anche come luogo dove gli altri Cacciatori si rivolgono per avere rifugio; tutte le ambientazioni dove si muovono i personaggi solo celati dai "mondani" con un incantesimo che rende questi edifici diroccati o ancora in costruzione e anche la Coppa Mortale , questa coppa che ha creato i Cacciatori, mi ha ricordato molto il calice di fuoco; hanno due funzioni completamente diverse ma entrambe hanno un ruolo fondamentale nel destino dei nostri protagonisti (Harry e Clary)
E' un libro che ti incolla alla pagina, è ricco di colpi di scena di rivelazioni inaspettati e non puoi prevedere come sia il finale e devo dire che il finale mi ha lasciato scioccato, non avrei mai immaginato che la storia poteva aver quello svolgimento. 
Io credevo che era il solito libro fantasy o meglio , horror fantasy dove c'è il solito triangolo amoroso e tutto il resto è noia.. qui sembrerà paradossale ma al inizio sembra esserci una sorta di triangolo amoroso però alla fine tutto cade... se volete sapere il perchè leggete il libro. 

VOTO 


NON POTEVA ESSERE DIVERSAMENTE 

LIBRO IN LETTURA : SHADOWHUNTERS - CITTÀ' DI CENERE

Nessun commento:

Posta un commento