giovedì 8 gennaio 2015



LE MIE EROINE PREFERITE 




Buongiorno a tutti ragazzi oggi voglio parlarvi delle mie eroine preferite. Cosa intendo per eroine? L'eroine sono quelle donne che vogliono uscire da schemi come quello di moglie e di madre, donne che vogliono lottare magari per se stesse e anche per i loro figli, donne moderne insomma. Ovviamente vi presento delle eroine che appartengono a generi letterali diversi.

HESTER PRYENNE 




Lei è la protagonista di "La lettera scarlatta" di N.Hawtorne. Lei è una donna che si trova in un nuovo mondo, in una terra sconosciuta, è sposata ma il marito deve ancora raggiungerla  e intreccia questa relazione con quest'uomo..( non voglio spoilerare)  da cui nasce una figlia. La comunità puritana saputa di questo adulterio, dopo un processo, la condanna a portare una lettera scarlatta sul corsetto, una A , di adultera appunto. E' una donna che cresce la figlia da sola, ama il padre di sua figlia e vuole proteggerlo. Mi piace molto anche la sua caparbietà , il fatto di non piegarsi davanti a nulla e la sua fierezza.








KATNISS EVERDEEN 




Protagonista del celebre romanzo Hunger Games, Katniss è una ragazza rimasta orfana di padre , morto dopo un incidente in miniera, la madre non è più la stessa e lei deve mandare avanti la sua famiglia, è il pilastro della sua famiglia composta appunto da lei, sua madre e sua sorella . Penso che tutti l'abbiamo amata quando alla cerimonia della Mietitura si offre volontaria al posto della sorella. Di lei mi piace molto il suo coraggio, la sua determinazione,non si lascia contaminare dal mondo sfarzoso di Capitol City e la sua "trasformazione" in ghiandaia imitatrice. 


JANE EYRE 




Protagonista del omonimo romanzo, Jane Eyre , orfana, vive in una famiglia dove non c'è amore e viene sbattuta in questo collegio dove , successivamente, diventerà istitutrice di questa bambina e s'innamorerà del padre.Anche lei donna forte, donna che non vuole scendere a compromessi ma una donna che alla fine da ascolto al suo cuore , anche se il suo amore secondo me è più un amore paterno che un amore passionale, ovvero lei sta col s'innamora del signor Rochester perchè le manca una figura paterna, le manca un punto fermo che può essere appunto la famiglia.


CERSEI LANNISTER 

Personaggio cardine del fantasy "il trono di spade" , moglie di Robert Baratheon, madre di Joffrey, Myrcella e Tommen e regina reggente. Lei fa parte di una delle più potenti famiglie che appartengono ai Sette Regni. Non riscuote le simpatie dei più perchè non ha fatto delle cose belle ma soprattutto si è rovinata con le sue stesse mani per scelte sbagliate. 
Perchè secondo me è un'eroina e non una stronza come la classificano tutti?
Lei non ha paura di nulla,  una leonessa, una donna che fa di tutto per proteggere i suoi figli facendo a volte cose sbagliate, ha avuto un passato difficile, cresciuta senza madre morta dopo aver partorito suo fratello Tyrion quindi le manca un punto fondamentale nella sua vita; viene venduta come merce di scambio da suo padre Twyn solo per rafforzare alleanze, le è sempre stato insegnato di stare al suo posto ovvero di comportarsi come moglie fedele e buona madre e quando ne ha avuto la possibilità si è presa il potere per dimostrare a tutti che una donna sa governare come un uomo, che una donna regge l'alcool come un uomo ( infatti il suo alcolismo diventa via via più eccessivo) e SPOILER incendia la Torre del primo cavaliere , la torre , simbolo fallico del potere degli uomini. 
Cersei è un personaggi molto reale, un personaggio secondo me geniale e cristallizzare il tutto in E' UNA STRONZA mi sembra molto riduttivo. Non nego comunque che abbia fatto delle scelte sbagliate ma le ha fatte in conseguenza di un passato difficile.



   LA PAPESSA GIOVANNA 

Chi meglio di lei può rappresentare l'incarnazione dell'eroina. Donna anche lei emarginata , con un padre che non voleva che studiasse ; entra in una scuola completamente maschile e, anche li , incontra delle difficoltà ma nonostante tutto riesce ad arriva dove nessuna donna è mai arrivata : sul soglio pontificio.




ANNA KARENINA 



Lei è una donna sposata con un uomo che ha sposato per imposizione , è quello che ho percepito io. Il marito è un uomo rispettabile,di una certa importanza nel ambito della società russa. L'incontro con il conte Vronkji cambia tutto, arriva come un fulmine a ciel sereno e lei molla tutto per essere donna; era questo che aveva perso, certo la maternità le da gioia ma si è annichilita come donna. Coraggiosa , forte, ma alle volte insicura ed è proprio questa insicurezza che la porterà al tragico gesto.


ROSSELLA O'HARA 

 La mia preferita in assoluto. Ho visto il film tante di quelle volte che praticamente so tutte le battute a memoria. Rossella cresce in una famiglia benestante nel agio ma la guerra di Secessione incombe e tutto crolla , crolla il suo mondo , le sue certezze. Finita la guerra deve affrontare la miseria, un padre che è uscito di testa e deve rimboccarsi le maniche e costruire il tutto.C'è una scena bellissima e straziante dove lei prende questa carota dal terreno, la divora, e promette che si risolleverà anche a costo di sporcarsi le mani. Questa situazione la cambia, i soldi sono la cosa più importante per lei e questo le indurisce il cuore e l'amore che prova per Ashley è un modo forse per rimanere legata a quel passato , a quella spensieratezza che aveva un tempo. Ma tutto questo è una bolla di sapone che svanisce e rovina tutto il suo mondo.


Queste sono le mie eroine preferite e quali sono le vostre fatemelo sapere 

alla prossima 









Nessun commento:

Posta un commento