giovedì 29 gennaio 2015



REBECCA LA PRIMA MOGLIE 

Eccomi di nuovo con voi. Oggi vorrei parlarvi di un bellissimo libro che rompe tutti gli schemi del triangolo amoroso . Di cosa sto parlando? di La prima moglie , o Rebecca la prima moglie.

 TRAMA.
  Una ragazza , di cui non sappiamo il nome perchè il racconto   è scritto in prima persona, lavora come "dama di compagnia"  
  presso una signora . Le due si trovano a Montecarlo per una    vacanza e la signora incontra un certo Maxim, diventato da    poco vedovo .I due s'innamorano e scoppia l'amore ma la  signora mette in guardia la giovane: non potrà mai competere  con Rebecca. 
 Maxim porta la giovane nella sua bellissima e qui viene il bello. La tenuta è stata curata da una governante la signora Danver ,una donna vestita perennemente di nero che amava molto Rebecca. Ed è qui che incominciano i guai per la poverina . Tutti quelli che le stanno intorno non fanno altro rievocare il ricordo di Rebecca , e questo le causerà una marea di problemi. Ma Rebecca non era quello che la signora Danvers dipinge... 



PERSONAGGI 

I personaggi sono fatti molto bene però non sono descritti in toto nel senso traspare in loro una caratteristica e basta , non vengono , a parer mio descritti in toto. Il personaggio che spicca in questo romanzo è la signora Danvers, questa donna ossessionata da Rebecca quasi la venerasse che mantiene la camera della defunta come se fosse un museo e non permette a nessuno di profanarla.
Ci sono altri personaggi poi secondari che saranno personaggi chiave per lo svolgimento della storia.

CONSIDERAZIONI

Ho trovato questo libro geniale, c'è il triangolo amoroso ma in questo caso uno dei componenti di questo triangolo è un morto , un defunto , la povera Jennifer deve combattere contro il ricordo e non è facile perchè non può affrontare Rebecca , non può affrontarla faccia a faccia. Questo atteggiamento diventa una specie di "stalking" della signora Danvers nei confronti della padrona di casa e lei , dal canto suo, doveva prendere le redini della situazione e farsi valere, importi e affrontare questa donna inquietante.Poi c'è la figura del marito che è un bamboccione, uno che quasi se ne frega di quello che gli succede intorno e non fa nulla per difendere la moglie e il suo matrimonio.
L'altra figura fondamentale , o meglio, non figura , o meglio presenza è Rebecca , questa donna che viene idealizzata , venerata , come se fosse la donna perfetta che tutti non fanno altro che "riportarla in vita" attraverso il ricordo, ma leggendo il libro si scopriranno che non è tutto  oro quello che luccica...
E che dire delle signora Danvers? una donna demoniaca , una donna che fa di tutto per esasperare la povera Jennifer ed è di una crudeltà e di un sadismo che non ho mai visto in nessun personaggio.C'è un episodio che veramente mi ha fatto venire un nervoso assurdo e che se fossi stato io al posto di Jennifer ..non so come avrei reagito; praticamente la perfida farà vestire la poverina come un quadro che era nel palazzo in occasione di una festa in maschera che si teneva spesso. Ebbene sapete chi era la donna raffigurata in quel quadro dal quale Jennifer prende spunto ? indovinate...


Che dire un romanzo bellissimo se non l'avete ancora letto leggetelo. Da questo romanzo è stato tratto un film di Alfred Hitcock , che è veramente molto bello e anche la fiction con la Capotondi è veramente fatto bene 


VOTO 

VI RICORDO CHE MI POTETE TROVARE SUI VARI SOCIAL E SU YOUTUBE 
A BREVE VEDRETE UN VIDEO SULLE MIE ULTIME LETTURE




Nessun commento:

Posta un commento